joomla template by Joomlashack

 

 

 

 

 

 

 

 

Login Form

potrai inserire eventi nel calendario, inserire web link di siti interessanti, proporre articoli con foto.





Password dimenticata?

Contatore Visite

Visite Ieri: 174
Visite Oggi: 68
Visits month: 7300
Visite Totali: 310774
joomla template by Joomlashack
Parco del Ticino PDF Stampa E-mail
giovedý 13 maggio 2010
23 MAGGIO 2010
Tutti in bici! In pullman raggiungiamo Cameri e da lì Villa Picchetta, un edificio di architettura signorile che ospita la sede del Parco del Ticino Piemontese: siamo ventuno, caldi come boiler e gaudenti come porcospini per la bellissima giornata di sole.
Procediamo sotto una bellissima “galleria alberata” (il bosco Vedro) che ci protegge dai cocenti raggi del sole e, costeggiando il Ticino, raggiungiamo il belvedere di Cameri, la località Zaboina e quindi un’area attrezzata affollatissima nel pomeriggio: il lido Margherita.






 
Il percorso si snoda fra campi coltivati, a picco sotto il sole, inframmezzati da ombrosi e rigeneranti boschetti per raggiungere il Molino Vecchio di Bellinzago, dove sostiamo per visitare la sala macine, con le attrezzature tuttora funzionanti, la cucina e il forno per il pane, utilizzate fino a pochi anni fa. Dopo aver fatto il bagno a una bicicletta, lasciamo il mulino per raggiungere la strada statale e, percorso un breve tratto di questa, il ponte di Oleggio.


La nostra meta avrebbe dovuto essere questa, ma non sazi del dolore al lato B, proseguiamo fino alla presa del Naviglio Grande e lo costeggiamo, tra un intenso gracidare di rane, fino a Cascina del Ponte: siamo all’altezza dell’area attrezzata del lido Margherita.
 




 

Ritorniamo sui nostri passi, e ci dirigiamo verso la casa di un eclettico signore - artista del legno, della pietra, del restauro, della tecnologia avanzata… - che ci mette a disposizione un prato per la sosta pranzo e ci offre caffè e digestivo. Percorriamo a ritroso il nostro itinerario: l’unica, troppo breve e piacevole discesa della giornata si trasforma, anche a causa del cibo e del liquido ingerito, in una lunga ed estenuante salita (la “cima Coppi” della giornata: duecento metri con un dislivello dell’1%!).

 




23 MAGGIO 2010

Un percorso di 32 chilometri circa alla scoperta delle meraviglie della natura tra boschi, brughiere, anse e canali. Visita al Mulino Vecchio, funzionante e restaurato a cura dell’Ente Parco del Ticino.

Avvisare della propria partecipazione telefonando allo 011.9310331 o in sede il mercoledì sera.

 
< Prec.   Pros. >
joomla template by Joomlashack












joomla template by Joomlashack